MindThePixel

C’è un oggetto con il quale ogni fotografo, amatore o professionista che sia, prima o poi si trova ad avere a che fare. C’è chi lo evita come la peste e chi non può nemmeno pensare di uscire a fotografare senza, ma alla fine una sola è la certezza: quando ti sarebbe davvero stato indispensabile di sicuro non l’hai portato con te!

Sto ovviamente parlando del treppiede e sono sicuro che se è da un pò che fotografi sai bene di cosa parlo. Proprio per ovviare a questa ricorrente situazione ho iniziato la mia odissea personale alla ricerca di uno di questi che potesse soddisfare delle condizioni che per me erano fondamentali, ma che in questa combinazione hanno reso la selezione piuttosto ridotta, ovvero:

Fu così che dopo aver “smontato” il web e i più disparati blog esteri (si lo faccio anch’io), giunsi a due prodotti:

Alla fine mi si è presentata l’occasione di comprarne uno AmazonBasics ricondizionato che era catalogato come “ottime condizioni” e “presenta un difetto estetico minore di 5 mm” a 65€ e qualcosa… a quel punto è stato un attimo concludere con “ok compro questo!”.

Eccolo in foto prima di iniziare la recensione vera e propria:

Iniziamo subito con le caratteristiche principali:

Ok, ma nella vita reale?

L’idea era di non trovarmi più senza nel momento del bisogno e l’unico modo è averlo sempre con se quindi la risposta alla grande domanda è si, ci sta dentro ad uno zaino piccolo come ad esempio quello sempre AmazonBasics:

Treppiede AmazonBasics 09

Utilizzandolo non ho riscontrato problemi gravi, non da sicuramente la sensazione di avere un oggetto di pregiata fattura ma fa il suo lavoro.

 

Da quello che avevo intuito indagando prima di acquistarlo era la testa la nota dolente del pacchetto ed effettivamente vi posso confermare.

Malgrado infatti non abbia riscontrato cedimenti di sorta o slittamenti dalla posizione fissata della sfera, l’averci a che fare non trasmette niente di buono.

Nel dettaglio la manopola di fissaggio della sfera sembra che non fissi nulla per buona parte del suo percorso e in alcuni punti sembra addirittura cerchi di tornare indietro lasciandola andare.

Il movimento della sfera invece passa da super libero a bloccato in modo piuttosto repentino e per niente proporzionale a quanto si stringe; una volta stretto a fondo devo però ammettere che non si è mosso nulla.

Devo segnalare che non ho attrezzatura molto pesante ma sono abbastanza sicuro che a nessuno verrebbe in mente di montarci un 300 mm f 2.8 in quanto treppiede da viaggio.

 

Con le gambe invece e colonna centrale nessun problema, è vero che l’ultima sezione è sottile ma se lo vuoi “tascabile” devi scendere a compromessi; alla peggio si può sempre evitare di allungarlo del tutto.

Arca Swiss si ma:

Per chi già non ne fosse a conoscenza, l’Arca Swiss è uno standard costruttivo, per cui tutti tutte le piastre e tutti i piatti di montaggio che lo seguono sono in teoria compatibili tra loro a indipendentemente dal produttore di origine.

Questo è assolutamente super vantaggioso per l’utente finale che deve solo assicurarsi che tutte le cose prese in balia di attacchi di shopping compulsivo siano Arca Swiss compatibili per poterle applicare al proprio treppiede.

Detto questo, il nostro amico segue si lo standard per quanto riguarda le misure, ma è presente un meccanismo di sicurezza che lo rende compatibile solo con la sua piastra.

Eccolo qua:

Treppiede AmazonBasics 10

Infatti la piastra va inserita esclusivamente facendola scivolare dentro dal lato e questo serve ad impedire che scivoli via anche se non viene stretta l’apposita ghiera.

Alcuni potrebbero preferire avere questa sicurezza aggiuntiva e usare la sua piastra che vi ricordo è solo una in dotazione e non credo la vendano singolarmente.

Io personalmente non ho gradito perchè innanzi tutto uso un’impugnatura aggiuntiva che alla base è fatta per essere compatibile con i piatti Arca Swiss e non scivola dentro a causa del meccanismo in questione; inoltre, se proprio volessi usare la sua piastra, bisogna centrare alla cieca la sede perché il corpo macchina stesso copre la visuale.

Soluzione?

Fortunatamente basta svitare dove vedete in foto e togliere di mezzo l’intruso.

Meno fortunatamente le due chiavi esagonali fornite non sono della corretta misura ma servono per le viti delle gambe.

Se questo dettaglio lo scopri sul campo come me non ti resta che cedere, smontare l’impugnatura o qualsiasi altra piastra Arca Swiss standard e montare la sua piastra.

Per concludere

Vediamola in quest’ottica, non c’è niente in fibra di carbonio che potete comprare per la stessa cifra.

Fa il suo lavoro e dal punto di vista della portabilità è fantastico, la testa non è una gioia da usare ma in fondo è utilizzabile.

Non ha ceduto a spostamenti quindi si può tranquillamente partire così e intanto mettere via per rimpiazzarla in futuro.

Spero vi sia stato utile, vi lascio il link per il treppiede e anche della testa che ho preso di recente (a breve mini recensione anche di quella) davvero un altro mondo rispetto a quella inclusa!

Scrivetemi nei commenti o nel modulo di contatto per qualsiasi cosa, a presto!

Copertina Treppiede in Fibra di Carbonio da Viaggio AmazonBasics
Pubblicità

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *